I taralli siciliani con glassa

/ aprile 11, 2012

Pensavate non mi facessi viva?Oggi post dedicato ai biscotti! Non potevo lasciarvi senza la ricetta del dolce della settimana e così continuo con le mie preparazioni leggere leggere dedicate alla buona colazione con una confettura di fragole.....


I taralli sono dolci tipici della pasticceria palermitana.Sono biscotti a forma di ciambella,il cui impasto si ottiene da una pasta dolce alla quale si aggiungono strutto e liquore all'anice.Vengono lessati e poi cotti al forno.
Un'altra versione invece e uguale negli ingredienti ma vengono direttamente infornati.
I taralli sono caratteristici dell'Italia meridionale e che tra i migliori ci sono quelli prodotti a Palermo,Monreale e Cerda.
questa ricetta di oggi e dedicata a Paola,che ama molto questo biscotto dolce e aromatico.



 1 kg di farina 00 Molino Chiavazza
200 g di strutto
300 g di zucchero Eridania
10 g ammoniaca
4 uova
20 g liquore all'anice(oppure semi di anice)
■ una bustina di lievito per dolci
■ 4 limoni(buccia e succo che serviranno sia per l'impasto che per la glassa)
■ latte q.b. per l'impasto
■ un pizzico di sale Gemma di mare
Per la glassa:
■ 500 g di zucchero a velo Eridania
■ il succo dei 4 limoni(100 g)

Dopo aver setacciato la farina assieme al lievito, amalgamarvi tutti gli ingredienti escluso il latte. Lavorare bene gli ingredienti, quando saranno ben amalgamati aggiungere il latte indispensabile, al fine di ottenere un composto abbastanza morbido. Dal’impasto ottenuto ricavare dei bastoncini, attorcigliarli su se stessi e unire le due estremità in modo da formare delle piccole ciambelle,  o delle forme a esse. Preparare una teglia rivestita di carta-forno posarvi i biscotti e mettere in forno preriscaldato a 180° per circa mezz’ora. Nel frattempo  preparare la glassa con lo zucchero a velo al quale uniremo  il succo di limone.
In una ciotola versare lo zucchero a velo con il succo di limone e, con una forchetta, cominciate ad amalgamare. Continuare a sbattere in modo da non formare grumi e alla fine dovrete ottenere un composto scorrevole e liscio. Con questa glassa spennellare i taralli e rimetterli in forno a 160°, per circa cinque minuti.

23 commenti

  1. ho l'acquolina solo a guardare!ben tornata:)

    RispondiElimina
  2. mi sembra di conoscerli.....ahaahahaahh ciao.

    RispondiElimina
  3. che buoni da provare mio padre adoro l'anice!!
    bravissima un'abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. che belli...perfetti da inzuppare:)

    RispondiElimina
  5. bellissimai Tina, e che classe nella presentazione. UNICA
    A presto

    RispondiElimina
  6. semplicemente stupendi,bella foto anche!!

    RispondiElimina
  7. Io ci sono cresciuta con questi dolcetti…mia mamma è bravissima a farli! I tuoi sono identici a quelli che si trovano in pasticceria, mi pare quasi di sentirne l’odore.E che bella la foto,sempre bravissima!

    RispondiElimina
  8. Fantastici!!! Il mio ragazzo, un bel siracusano, aprezzerà molto non appena li preparero’. Ti seguo, mi piace molto il tuo blog!! ^__^

    RispondiElimina
  9. Adoro i taralli, poi sono così semplici da fare! Le tue foto sono strepitose!! :)

    RispondiElimina
  10. Sono le 16.00, ora ideale per una pausa caffè e cosa vedono i nostri occhi?!?Queste meraviglie che (purtroppo) non possiamo afferrare dallo schermo :(

    RispondiElimina
  11. Cara Tina, non conoscevo queste delizie! Pensavo che i taralli fossero salati, figurati quanto sono ignorante!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piacevano ! Me li faceva sempre la zia PPina (zia di mio padre per la verità) e da quando è morta ormai la tradizione di farli in casa nostra si è persa… poi io sono diventata celiaca… e quindi neache mi cimento!

    RispondiElimina
  13. Mmmhhh, meravigliosi! Questa ricetta è perfetta.

    RispondiElimina
  14. I taralli mi piacciono molto ma non li ho mai assaggiati senza glassa.
    Baci Sabrina

    RispondiElimina
  15. I dolci con l'anice mi piacciono.

    RispondiElimina
  16. i biscotti sembrano buonissimi…. ma la foto è proprio un gioiellino :)

    RispondiElimina
  17. adoro l'anici e i tuoi taralli sono fantastici; le foto da incanto, bravissima come sempre

    RispondiElimina
  18. dei gioiellini questi taralli con glassa! buonissimi!
    baci

    RispondiElimina
  19. Sono favolosi!!!!!!!!!!
    baci

    RispondiElimina
  20. buoni, fino ad adesso li ho sempre mangiati solo salati, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  21. questi li conosco...e li adoro,sono deliziosi!!!

    RispondiElimina
  22. Buonissimi da rifare sicuramente!! Mi piace il tuo blog,per questo mi unisco volentieri...

    RispondiElimina

E tu che ne pensi?:

© Dulcis in fundo. Design:Maira Gall.